Esplora

    Il Castello di Monreale

  • Il castello di Monreale, come il complesso nuragico di Sant’Anastasia, rappresenta un unicum in Sardegna.

    Fu edificato intorno al XII-XIII secolo sui resti di un antico insediamento nuragico e presenta successivi segni di frequentazione punica e bizantina.
    È il solo in tutta la Sardegna ad avere oltre al mastio restaurato, otto torri e tutta la cinta muraria, di uno spessore di oltre due metri e lunga circa un Km, che racchiude al suo interno l’intero borgo.
    Roccaforte importantissima del giudicato di Arborea, ne costituiva la sua ultima difesa essendo al limite del contiguo giudicato di Cagliari. Oltre che piazza militare, come risulta da documenti scritti e dai magnifici reperti che si possono ammirare nel museo, il castello era frequentato dalla Corte Arborense, i cui componenti vi trascorrevano periodi di riposo e di cure nelle vicine terme. A testimonianza della sua importanza e sicurezza, ricordiamo che nel 1353 il giudice Mariano IV temendo un nuovo scontro con gli Aragonesi, ordinò ai suoi sudditi di accumulare la maggior quantità di grano possibile, conferendolo ad Oristano (sede del giudicato) o al Castello di Monreale.

    Oggi lo si può raggiungere percorrendo una strada sterrata, con il tratto finale ultimamente lastricato.
    Fuori dalle mura del castello, lungo la collina degradata verso Sardara, era inoltre insediato un borgo intorno a una chiesa intitolata a S. Michele Arcangelo, principe delle “Celesti Milizie”, al quale si ispiravano i soldati di Arborea beneficiando della sua protezione.

  • Compila il form sottostante per ricevere informazioni.






       Desidero ricevere informazioni tramite posta elettronica sulle novitÓ e sulle offerte della Sardara Sardegna Autentica
       Acconsento al trattamento dei miei dati personali ai sensi della legge 196/2003 e seguenti modifiche*