News/Eventi

  • Nel borgo di Sardara si torna a giocare per strada. - A giogai in sa 'ia -

    28/07/2018

     Sancito, da parte dell’ONU il diritto del bambino al gioco; in questi ultimi anni si è osservato, in maniera sempre più repentina, il “costringere” i bambini a giocare al chiuso.

    Si gioca, ma si gioca in casa, in cortile, in palestra, a scuola, in ludoteca, ecc.

    Si è smesso di giocare in strada “ perché è pericoloso, perché ci sono le macchine, perché è sporco, perché ci sono le malattie, perché c’è gente cattiva …”, pensiamo che il gioco in strada dei bambini sia base per una comunità moderna appacificata e rilassata; dove i bambini vengono controllati da tutti, dove imparano il rispetto delle regole e delle persone, dove imparano a relazionarsi con gli altri, dove non è necessario essere coetanei per relazionarsi … quindi … a giogai in sa ‘ia

    1^ giornata: 28 luglio ore 21.30 pratza de Sant’Anastasìa

    La piazza verrà allestita con una raccolta di 100-120 giocattoli tradizionali e, usandoli come pretesto, si racconterà un po’ di vita della nostra comunità. Di volta in volta alle persone, e in particolare ai bambini, verranno fatti usare i vari giocattoli. Ogni tanto si distribuiranno alcuni giocattoli ai bambini ( cavallini di canna, fucilini, trampoli, bamboline ecc. ) stimolandoli a far partire “capannelli” di gioco spontaneo nei vari punti della piazza ( la festa ).

    Qui il giocattolo non viene visto come oggetto vintage di una cultura e di un tempo oramai passati, ma come oggetto vivo che porti i bambini a compiere un atto “rivoluzionario”, com’è quello di realizzare una comunità dove i bambini stessi siano parte attiva, e non reclusi in celle d’oro che fanno giocare giocattoli preconfezionati, quindi : … a giogai in sa ‘ia !

    2^ giornata: 29 luglio ore 18, pratza de mercau

    In questa occasione si svolgeranno alcuni giochi ( quindi si darà meno importanza al giocattolo ), che tendono ad agevolare l’incontro intergenerazionale ( giocheranno nella stessa squadra o uno contro l’altro sia adulti che bambini ).

    I giochi proposti sono:

    • Birillas
    • Spacamundu e/o pincaneddu

    Anche qui come nella precedente serata, si creeranno “capanelli” di bambini che giocano tra loro ( es. bicus, gioco dell’elastico, fune, ecc. ). 
    Le serate saranno animate da Agostino Piano.